SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

U.N.P.L.I - Pro Loco d'Italia

INFORMAZIONI SUL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Quali sono le leggi di riferimento? 
Con il Dlgs n.40 del 2017 il Servizio civile da nazionale è diventato universale, con l'obiettivo di renderlo un'esperienza aperta a tutti i giovani che desiderano farlo.
La normativa primaria di riferimento del Servizio civile nazionale è rappresentata dalla legge 6 marzo 2001 n.64 e dal Dlgs 5 aprile 2002 n° 77 modificato ed integrato dalla Legge 31 marzo 2005, n. 43 cui fa riferimento la ricca normativa secondaria che ha regolamentato la materia del Servizio civile nazionale. 

Cos'è il Servizio civile universale? 
È impegnarsi in un progetto finalizzato alla difesa, non armata e nonviolenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, con azioni concrete per le comunità e per il territorio. È un impegno per gli altri, è una partecipazione di responsabilità, è una occasione per crescere confrontandosi, è un modo per conoscere diverse realtà, per capire e condividere, è una crescita professionale, è uno strumento di pace e di integrazione, è una forma di aiuto a chi vive in disagio o ha minori opportunità, è un atto di amore e di solidarietà verso gli altri, è una occasione di confronto con altre culture, è una risorsa per il Paese, è una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.
Il Servizio civile universale rappresenta, inoltre, un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese. 

Il Servizio civile universale è un lavoro? 
NO, non è un lavoro. È un anno dedicato al servizio della comunità e contestualmente alla formazione personale e alla crescita individuale. E' anche un'opportunità per avvicinarsi al mondo del lavoro. 

Chi si occupa dell'organizzazione, dell'attuazione e dello svolgimento del servizio civile? 
Il Servizio civile universale è un sistema che prevede diversi attori:
i volontari, giovani che decidono di dedicare un periodo della propria vita al Paese e agli altri, svolgendo le attività di Servizio civile nel settore di intervento prescelto;
lo Stato, attraverso il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, le Regioni e le Province autonome che gestiscono l’intero sistema;
gli Enti promotori dei progetti, soggetti pubblici e privati iscritti all’Albo del Servizio civile;
l'intera comunità, che raccoglie i benefici grazie alla realizzazione dei progetti di Servizio civile. 

Si può svolgere il servizio civile all'estero? 
Sì, può essere svolto anche all'estero, presso le sedi ubicate in paesi esteri degli Enti iscritti all'Albo.
In ogni bando sono indicati, nell'Allegato1 per i progetti ordinari e nell'Allegato2 per quelli sperimentali, gli Enti che hanno presentato progetti di servizio civile all’estero. 

Il Servizio civile è compatibile con altra attività? 
Sì, se le altre attività sono compatibili con il corretto espletamento del Servizio civile.
Ai sensi dell'art.16 comma 5 del decreto legislativo n. 40 gli operatori volontari sono tenuti a realizzare le attività previste da progetto e non possono svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo SE incompatibile con il corretto espletamento del servizio civile universale. 

Quanto dura il servizio? 
La durata del servizio è di 12 mesi. Per alcuni progetti "sperimentali" la durata può essere ridotta ad un minimo di 8 mesi.


Per ulteriori info vai su www.serviziocivileunpli.net oppure su www.serviziocivile.gov.it