COLLEGIO DEI PROBIVIRI

I probiviri (o probi viri, latino, termine plurale) sono i cosiddetti "uomini onesti", persone che, per particolare autorità morale, sono investite di poteri giudicanti e arbitrali sull'andamento della           Pro Loco, sugli eventuali contrasti interni, sui rapporti con altri enti e simili.


PRESIDENTE DEI PROBIVIRI: Michele Martiniello.

PROBIVIRI: Raffaele Miele e Antonio Buglione.



QUANTO PREVISTO DALLA CARTA STATUTARIA

Art. 23 (Collegio dei Probiviri) – Il Collegio dei Probiviri è nominato dall’Assemblea, ed è composto da tre membri; esso, che si rinnova con il Consiglio di Amministrazione, nomina tra i membri effettivi, il Presidente del Collegio; In caso di vacanza, per dimissioni, decadenza o decesso dei membri del Consiglio, si provvede alla sostituzione con il primo dei non eletti, nell’ordine delle preferenze e a parità di voti, si intende eletto il più anziano di iscrizione alla Pro loco.

Il Collegio dei Probiviri ha il compito di dirimere ogni controversia fra gli organi della Pro loco ed i Soci, con particolare riguardo al rispetto delle finalità, delle norme contenute nella presente Carta Statutaria e nei Regolamenti interni. Da parere, al C.d.A., sulle richieste di adesione di nuovi soci. Le decisioni del Collegio sono inappellabili.