Commissioni previste dalla Carta Statutaria e dal Regolamento Interno della Pro Loco.

DALLA CARTA STATUTARIA:

Art. 24 (Commissioni istituite dal C.d.A.) - Il Consiglio di Amministrazione al fine di portare avanti le finalità indicate dallo Statuto e di decentrare alcune mansioni proprie, può nominare dei Delegati che metteranno in atto delle Commissioni su specifiche tematiche, in sintonia con le finalità della Pro Loco, nei settori che individuerà di volta per volta e disciplinate dal regolamento interno.

DELEGHE E COMMISSIONI ORGANIZZATIVE (dal regolamento interno):

Art. 61. Il Consiglio di Amministrazione al fine di portare avanti le finalità indicate dallo Statuto e di decentrare alcune mansioni proprie, può nominare dei Delegati che metteranno in atto delle Commissioni su specifiche tematiche, in sintonia con le finalità della Pro Loco, nei settori che individuerà di volta per volta e più in particolare nei seguenti settori:

Art. 62. Delega alla Presidenza del Consiglio, Affari interni e Pubbliche Relazioni: contatti con Autorità civili, militari e religiose, con l’U.n.p.l.i. e Servizio Civile, con Associazioni, con altre Pro Loco; gestione del sito Internet, di Social Network, servizio stampa.

Art. 63. Delega alla Cultura: organizzazione di manifestazioni ed eventi in ambito culturale, contatti con compagnie teatrali, teatri e cinema, gruppi musicali, ricerche e studi sulla nostra comunità e i suoi personaggi, realizzazione di un archivio della Pro Loco, pubblicazioni.

Art. 64. Delega ai Affari Sociali: contatti con agenzie ricreative e del tempo libero, organizzazione visite, viaggi e incontri Sociali, promozione di eventi comunali, provinciali e regionali, ricerca sponsor e gestione contratti pubblicitari e convenzioni.

Art. 65. Delega alle Attività Produttive, Turismo e Territorio: organizzazione di manifestazioni ed eventi che, possano valorizzare i prodotti enogastronomici del territorio, valorizzare le attrazioni turistiche e valorizzare il territorio.

Art. 66. Delega allo Sport e Giochi: rapporti con le Associazioni sportive e ambientali, organizzazione di eventi sportivi.

Art. 67. Viene fatta salva la possibilità di modificare l’assetto organizzativo delle commissioni, qualora sopravvengano delle nuove esigenze organizzative.

Art. 68. La delega alla Presidenza del Consiglio, Affari interni e PubblicheRelazioni è presieduta dal Presidente della Pro Loco che attiva la Commissione per la delega a lui spettante.

Art. 69. Ogni delegato attiva la commissione in rapporto alla delega assegnatadal C.d.A. con apposita delibera, rimane in carica un anno ed è rinominabile.

Art. 70. Ciascuna commissione, potrà avvalersi dell’aiuto e della collaborazione, secondo le loro specifiche capacità ed esperienze, di Soci esterni al C.d.A., ai quali possono essere demandati incarichi di qualsivoglia natura ma in sintonia con le finalità della Pro Loco.

Art. 71. Sarà compito delle commissioni:

a) elaborare progetti in linea con le finalità statutarie;
b) ispirare, sollecitare e proporre le caratteristiche operative, in linea con il proprio settore;
c) sintetizzare ed unire tutte le risorse umane esistenti sul territorio, al fine di creare gruppi di lavoro per la realizzazione di specifici progetti;

d) ricercare le migliori e più vantaggiose opportunità relative alle finalità istituzionali da offrire ai Soci della Pro Loco, anche attraverso la stipula di convenzioni e accordi.

Art. 72. Le proposte elaborate dalle Commissioni devono essere portate in C.d.A.; le proposte dei progetti da realizzare dovranno contenere:
a) il piano dettagliato di lavoro indicando i tempi e le persone coinvolte e le loro mansioni;

b) il preventivo di spesa unitamente all’indicazione dei modi in cui provvedere al reperimento dei fondi necessari.

Art. 73. Il C.d.A. è preposto a decidere e a sua volta può dare incarichi alleCommissioni per lo svolgimento delle specifiche attività.

Art. 74. Il C.d.A. può intervenire in qualsiasi momento nelle commissioni; la convocazione della Commissione è libera.

STATUTO Pro Loco in vigore dal 04 aprile 2016.pdf
REGOLAMENTO INTERNO.pdf